martedì 9 giugno 2009

tiesto @ palasharp

dopo il fallimento all'amnesia a febbraio si è pensato bene di trovare una location adatta a contenere tutti i fans accorsi a sentire uno dei dj più popolari al mondo. magazzini generali, angels of love ed amnesia hanno quindi unito le proprie forze per far in modo che, almeno stavolta, proceda tutto secondo i piani. e sarà dunque il palasharp di milano ad ospitare dj tiesto. ma già dal warm up affidato ad albertino ci sarà modo di rendersi conto della qualità ed unicità dell'evento.

venerdì 12 giugno
tiesto
albertino

palasharp
via sant'elia, 33
milano

Carlo Braido

19 commenti:

Anonimo ha detto...

presente!
anche se purtroppo c'è albertino...

Nicola aka Vaxo ha detto...

..alba è alba.

Valerio! ha detto...

bella cagata alba...:/

Anonimo ha detto...

ma che cacchio c'entra albertino?! mah!

paolino ha detto...

continua la tristezza

emanuele ha detto...

tiesto fatelo suonare nei paesi dove sentono la trance...noi italiani...fedeli al nostro stile..

Anonimo ha detto...

eccerto no....l'italia è solo techno e house scadente...ma se non ti piace non te lo andare a sentire; se suona è perchè il locale ci guadagna; non ti viene in mente? Io ho anticipato la partenza per il Maximal proprio per non perdermelo.

Nicola aka Vaxo ha detto...

bravi.

Anonimo ha detto...

la trance ha sempre stradominato in italia evidentemente eravate ancora degli spermatozoii quando la sentivamo noi.

albertino PRESENTE Tiesto, non fa warmup. ma come vi permettete di dire poi che fu un fallimento la serata all'amnesia ? forse dal punto di vista logistico visto che sono arrivate molte piu persone di quanto ci si aspettava. Fallimenti sono gli after ufficiali di dissonanze con 10 persone.

Anonimo ha detto...

PRESENTE = PRESENTA.... Hosted da che mondo e mondo significa questo. Facile pure che mi sbaglierò. A Roma ho saputo che sarà un concert beati voi

Anonimo ha detto...

e di grazia quando avrebbe stradominato la trance in Italia?

Anonimo ha detto...

se la serata è stata interrotta dalla polizia allora è un fallimento o no ?

fatti un giro per i forum che parlano di musica elettronica, la gente stava avvelentata. se io fossi uno di quelli che ha preso la sola a milano col cazzo che mi ripresenterei ad un evento di queste persone che hanno speculato sulla passione e sulla vogli di divertimento della gente. parlate tanto dei dj che hanno cachet altissimi e che sono degli avvoltoi, ma mettere troppa gente in un locale cos'è ?

alle 3 non si può interrompere una festa, poi dell'after di dissonanze non parlo perchè non c'ero ma so di amici che si sono divertiti...

Anonimo ha detto...

quante polemiche...tiesto spaccava gia nel 2002 in olanda...quindi chi non sa non parli.....e cmq in italia e' una merda ovunque tu vadi a ballare....in swiss la mentalita' e' l opposto alla nostra....e di eventi come questo ne fanno 1 a week....per chi viene ci sara da divertirsi quando iniziera' tiesto....

LeLe K. ha detto...

La Trance in Italia ha stradominato dal 1990 al 1998. Dischi come For Angel di PVD , Seven Days and One Week di BBE si ricordano ancora oggi a distanza di anni. Il Jaiss, il Matrix, il Club06 a Roma insieme al Palladium e all'Arabesk. Le megafeste del Moma' e del Cyborg fino a quelle del Quasar hanno fatto storia. Forse ha ragione a dire che eravate ancora degli spermatozoii... :D

Anonimo ha detto...

ma dai suvvia...

quelle sono state hit internazionali, nel '96 c'era pure beachball di nalin & kane, e prima ancora allora ci son state children e nuclear sun...

In Italia si è avuto un periodo in cui andava molto forte la MEDITERRANEAN PROGRESSIVE dal 93 al 97 che era un crossover tra l'acid house inglese e l'acid trance tedesca di francorte che man mano si spingeva verso a melodie più pop e morbide.

In italia a dare spazio ad ospiti trance propriamente detti, cioè riferibili alla scena olandese ed inglese, con regolarità ci son stati giusto cocoricò, matrix e qualcosa a roma (non è stato al cyborg che pvd si è trovato a suonare con 7 persone a ballare?)

Da noi la trance non ha mai avuto la grande popolarità che ha conosciuto in paesi come appunto l'UK o l'olanda

Anonimo ha detto...

io sono tornato dopo un anno all'estero e posso dire che ovunque nel mondo ascoltano trance...quando facevo sentire musica da discoteca italiana...mi riferisco all minimal techno e electro...mi chiedevano se la minimal si ballava e soprattutto come, visto che dicevano che non era ritmica...cmq qua in italia penso che il problema sia in radio...all'estero la radio è più libera che qua in italia...ti può capitare di ascoltare pezzi di tutti i generi...dalla goa all' heavy metal...quindi è come se la gente fosse più abbituata a diversi ritmi e quindi non si "scandalizza" di fronte alla diversità...spero che le cose migliorino se no siamo messi male...

ombrellaro ha detto...

pvd al cyborg ha fatto ride è vero ma io me lo ricordo all'arabesk con folle oceaniche. e la mediterranean progressive ve la state a inventà voi

Anonimo ha detto...

Il problema è un altro...
ora come ora la gente conosce Tiesto e stop
Ieri al palasharp noi di Trancegate.com abbiamo fatto un'intervista per chiedere chi conoscessero oltre che tiesto nel mondo della trance....
gente rispondeva Carl Cox - Jeff Mills - Chris Liebing - Hawtin.....ma roba da manicomio! In Italia non c'è nè informazione nè cultura musicale...ditemi in quanti conoscono dj/producers del calibro di aly e fila - markus shultz - above e beyond - cosmic gate - john o callaghan - pvd - armin van buuren - first state - alex morph - martin roth - ferry corsten...e potrei continuare con una lista di 100 persone

Anonimo ha detto...

tornato questa mattina da Milano...beh che dire tranne che Tiesto meritava e che secondo me non meritava parte di quel pubblico? parte della sala la trance non sapeva nemmeno cosa era (per esagerare, ma da sotto il palco all'uscita di facce che non si divertivano sul serio ne ho viste). Impianto forse con qualche pecca, l'organizzazione mi è sembrata decisamente buona (si saranno voluti rifare dell'amensia?); le luci e la grafica mi hanno fatto innamorare. Ah....p.s. la sala era comunque piena: alla faccia di chi dice che la trance, tiesto soprattutto che adoro, dovrebbero andare in altre nazioni...io lo voglio pure a ROMA! Che poi passare da Tiesto al Maximal poco più di 10 ore dopo è qualcosa di fantastico: qui soprattutto la folla sembrava ovunque impazzita...mi dispiace essermi perso l'Electrode; qualcuno sà dirmi come è stato?